martedì 30 dicembre 2008

angolo della lettura

Vi pubblico un estratto del libro che ho letto in questi giorni, un romanzo che parla del rapporto tra due sorelle già adulte. Credo che questo pezzo sarà apprezzato dalle persone che, come me, amano la tela e tutto il mondo che gli gira intorno.


Accesi la lampada fluorescente nel mio studio e mi guardai in­torno. Già pregustavo il piacere... C'era la mia macchina, pulita da poco, oliata e pronta per funzionare, che si trasformava adesso in un dito metallico che mi faceva cenno di avvicinarmi. C'erano i miei taglierini a rotella, allineati in ordine di grandez­za. C'era il montante di legno a livelli multipli con tutti i miei rocchetti di filo, più di cento tonalità diverse, ordinati per colo­re e per tipo: di cotone, metallici, di seta, sintetici, da trapunta. Avevo cassetti pieni di articoli da cucito: aghi, ditali, spilli e spille di sicurezza, bottoni, automatici di tutte le misure, metri a nastro e righelli, schegge sottili di sapone che usavo per se­gnare le trapunte, forbici da ricamo, cesoie da quindici, da ven­ti e da venticinque centimetri, un paio di forbici da rifinitura in argento massiccio, nastri da orlo e scuci-orli, metri di elastici e velcro. Avevo scaffali pieni di libri sui tessuti, sui bottoni, sui disegni dei tessuti, su ogni tipo di trapunta, da quelle antiche degli Amish a quelle contemporanee, sulle tecniche di impun­tura a mano, a macchina e sashiko. Avevo anche dei volumi di poesie che qualche volta leggevo per trarne indirettamente ispi­razione. Avevo i ricalchi dei miei disegni ritagliati su carta abra­siva e accuratamente archiviati in buste di carta di Manila, infi­nite varietà di perline e lustrini, filati e fili da ricamo, colore per tessuti, nappe e guarnizioni. Avevo dime in carta millimetrata e in plastica a forma di quadrati, triangoli e semicerchi.
E stoffa! Grossi cesti quadrati di vimini allineati su profondi scaffali a parete pieni di pezze di cotone a tinta unita o stampa­te, sete, batik, tessuti in lana, misti... ne avevo un po' di tutti i ti­pi. Una delle tante ragioni per cui mi piaceva andare nei magaz­zini di tessuti era il sentirmi circondata da gente che aveva la mia stessa malattia benigna. Una volta, mentre aspettavo in co­da per pagare una bella selezione di tessuti a fiorellini in minia­tura, avevo sentito la donna davanti a me che diceva: «Devo correre a casa a nascondere tutto. Se mio marito scopre che porto a casa altro tessuto mi ammazza ». « Oh, la capisco », ave­va replicato la donna con cui parlava. «Ho nascosto la mia ro­ba per anni. Provi a portarla a casa in un sacchetto del super-mercato. Se poi ci butta sopra una confezione di assorbenti, suo marito non si avvicinerà nemmeno. » Mentre parlava, reggeva con le braccia una pila di tessuti talmente enorme che riu­sciva a malapena a guardare al di sopra. Quando il commesso che le batteva il conto le domandò che cosa se ne facesse, la donna rispose senza alcuna ironia: «Niente». Sorrisi alla don­na dietro di me, che alzò le spalle e sentenziò: « Sa come dico­no, chi muore con più stoffa vince ».
Ogni tanto, qualche ospite venuto a cena da noi chiedeva di vedere il mio studio. Si trattava quasi sempre di donne, benché talvolta anche gli uomini volessero visitarlo, e qualunque fosse la loro professione, rimanevano immobili in atteggiamento di apprezzamento stupito (gli uomini con le mani in tasca), e in genere dicevano soltanto: Uau! Che amassero cucire o no, sem­plicemente apprezzavano la vista di una stanza così ben fornita, che rispecchiava tanto fedelmente la passione di una persona. È un po' come per i negozi di ferramenta. Che si sappia o no che cosa sono le merci esposte, sono tutte lì.
Sul piano di lavoro ricoperto di flanella, alcuni fazzoletti vintage erano sistemati en pointe, un'idea per una trapunta ancora da realizzare. Avevo raccolto quei fazzoletti per anni. Vi erano registrate sopra delicate tracce di storia della società: motivi flo­reali degli anni Venti e Trenta, fazzoletti coordinati per signora e per uomini degli anni Quaranta, motivi bizzarri di tostapane fluttuanti e cagnolini scozzesi degli anni Cinquanta. C'erano di­segni di foglie per l'autunno, renne e bastoncini di zucchero per Natale, cuori di velluto imbottito per San Valentino, ricami bianco su bianco con orlo largo in merletto per i matrimoni. In un angolo di un fazzoletto rosso scuro era ricamata la parola ros­setto. Il mio preferito era uno dei più antichi, azzurro con il rica­mo di un mazzolino di violette...non pensavo certo di usarlo, mi bastava guardarlo. Gli innumerevoli lavaggi, le stirature, le pie­gature, l'uso e le lacrime avevano consumato quei fazzoletti tan­to da renderli soffici come polvere. Qualche volta prendevo in grembo la vecchia cappelliera nella quale li tenevo e semplice­mente li scorrevo uno a uno, cercando di sentirne i ricordi.
Ero ansiosa di incominciare quella trapunta di fazzoletti, ma prima dovevo finire quella che mi era stata ordinata. Avrei montato i bordi, vi avrei ricamato delle perline sparse, e l'avrei foderata, orlata e impunturata a macchina quel giorno stesso. La mattina seguente, mentre andavo a prendere mia madre all'aeroporto, l'avrei spedita nel solito modo, avvolta in una cu­stodia foderata in seta fatta con gli scampoli dei tessuti usati per la trapunta. I clienti andavano pazzi per quelle custodie. Per al­cuni, era il piacere istintivo del ricevere un dono inaspettato. Ma probabilmente era anche la sorpresa di constatare che c'era ancora qualcuno disposto a fare qualcosa in più oltre al dovuto, senza aumentare il prezzo. II telefono squillò. Lo lasciai suonare…
Elisabeth Berg L’arte di ricucire ed. Corbaccio

domenica 21 dicembre 2008

Parolin



Per colpa (o merito...) di Penelope non ho resistito e l'ho iniziato in un periodo in cui non ho assolutamente il tempo per ricamare, ma sono così belli i monocolore... e quelli di Parolin sono irresistibili.

lunedì 15 dicembre 2008

dolce weekend




Quattro vassoi di biscotti: lingue di gatto, frollini montati, baci di dama, biscotti di pasta frolla e cestini di mirtilli. Tutto per un'asta di beneficienza per la costruzione di un asilo nel Burundi. Il corso di pasticceria che ho seguito a novembre è servito a qualcosa!!

giovedì 4 dicembre 2008

tendine da regalare









Queste tendine andranno a finire in una bellissima casa di montagna. La tela è molto vecchia, l'aveva fatta tessere mia nonna a Champorcher da canapa filata da lei e coltivata da lei quando ancora si poteva. E' stato molto difficile lavorare questo tessuto perchè era già stato lavato molte volte e tirare i fili per l'à-jour è stata un'impresa.

martedì 2 dicembre 2008

è tutto un cantiere...







Con l'avvicinarsi del Natale c'è la frenesia del creare, pitturare, incollare, ricamare, ecc... Babbo natale è ricamato con avanzi di cotone lanato che si usa per i quadri a mezzo punto. Erano anni che questo pezzo di canovaccio aspettava una cornice (più rustica di così...).



martedì 18 novembre 2008

timbri

questa è una collezione di timbri a rullo che si usavano per fare i bordi su tela fine (fazzoletti, biancheria intima ecc.) . Questo sistema permetteva di ottenere dei festoni come quelli nell'immagine in basso.
questa è una pagina presa da un piccolo libretto di schemi per ricami.


nella prima pagine del libretto c'è una dedica. anche oggi dovremmo avere l'abitudine di segnare la data dell'acquisto di ogni libro e l'occasione, non si sa mai che un giorno qualcuno li trovi e voglia conoscerne la storia




venerdì 7 novembre 2008

un altro bavagliolo




questa volta è speciale, fatto a tombolo, non serve un granchè ma farebbe bella figura per un battesimo. La scatola l'ha decorata la mia collega-amica Giuliana (esperta di pittura e découpage)

martedì 4 novembre 2008

Merci beaucoup







E' arrivato il regalo da La Malle de Maman per aver partecipato ad un gioco sul suo blog. Che piacere aprire il pacchettino e trovare questo cuscinetto ricamato nei toni del rosa, si abbina benissimo alla trapuntina che ho ricamato. Per non parlare del profumatore di cassetti e della cioccolata. Ma come faceva a sapere che io sono cioccolato-dipendente??? (adesso lo sapete tutti!!)

domenica 2 novembre 2008

Lettres anciennes entrelacées


Questo monogramma è preso da un libro di Veronique Maillard "Lettres anciennes entrelacées" come gli schemi delle lettere nel titolo del blog. Per ogni lettera dell'alfabeto ci sono le combinazioni con tutte le altre lettere. Gli asciugamani con inserti in tela aida sono regali che spesso mi facevano le mie nonne e ne ho ancora da ricamare.

giovedì 16 ottobre 2008

piccoli alfabeti




Questo libro mi piace perchè è pieno di punto croce rosso e perchè le foto sono veramente belle.
Gli schemi sono presi da veri piccoli marquoir francesi del secolo scorso. Sarebbe bello ricamarne tanti da riempire una parete.

giovedì 9 ottobre 2008

Cartoline dal passato





Questa è una delle tante cartoline che mio nonno ha mandato a mia nonna durante la guerra, quando erano fidanzati. Altro che sms!!

martedì 16 settembre 2008

Ultimo completo per asilo




almeno per quest'anno...



vi mostro solo un particolare, ma quello che mi soddisfa di più è il retro pulito.



martedì 9 settembre 2008

ancora asilo...


la scuola sta per cominciare, meno male, non ne posso più di questi bavaglini!! e questi non sono ancora gli ultimi!!

lunedì 28 luglio 2008


Domenica si è svolta a Champorcher la terza edizione de: "Il filo lungo la storia. La storia lungo il filo.” Dimostrazione lavorazioni tessili artigianali. Ho portato alcuni asciugamani delle mie nonne e bisnonne, dei vecchi libricini di schemi da ricamare e alcuni lavori eseguiti da me. Durante il pomeriggio ho lavorato a tombolo e ho finito una tendina di vecchia canapa

giovedì 17 luglio 2008

un po' di tombolo...


... per non perdere la mano. Sto facendo con il mio tombolo più piccolo un bavagliolo da battesimo. I disegni sono creati dal mio maestro. Questo tipo di lavorazione è tipica della Slovenia infatti si chiama "merletto di Idrija".

giovedì 10 luglio 2008

coperta di lana




Questa coperta è stata eseguita da mia nonna, la lana è stata filata da mia mamma e mia nonna insieme. Si intravede un cesto portalavori comprato alla fiera di S. Orso di Donnas e poi rivestito internamente di tela a quadri. Il piccolo puntaspilli è un biscornu in tela di canapa. Lo schema e le istruzioni per eseguirlo li trovate qui.


giovedì 3 luglio 2008

asciugamani rustici


Ecco un collage di asciugamani di canapa che ho realizzato in questi ultimi anni. Da noi si usano ancora anche se solo a scopo decorativo. Le nonne invece li usano ancora oggi al posto degli asciugamani di spugna.

mercoledì 18 giugno 2008

Parolin


Lo schema del cuore di Parolin era in regalo nell'ultimo libro che ho acquistato (Amitiés croisées) e la cornice l'ho comprata ad Annecy. E' sempre un piacere ricamare questi schemi monocolore.

venerdì 6 giugno 2008

completo da asilo


a settembre Arianna e Xavier andranno all'asilo per iniziare: ecco i bavaglioli per Arianna. Arianna è la mia pronipotina e Xavier mio nipotino. I miei figli sono già alle elementari e non sono tipi da ricami...

venerdì 30 maggio 2008

martina


non è ancora nata... ho fatto solo il cuore, la bambolina è acquistata.

sabato 10 maggio 2008

giardino


In questa stagione il ricamo passa in secondo piano...

giovedì 8 maggio 2008

fiocco nascita



Fiocco di nascita per la mia pronipotina Arianna. (no, non ho novant'anni, però sono prozia - acquisita-)


mercoledì 7 maggio 2008

Disney


Magliette per bimbe ricamate con il cencio della nonna.

finalmente è arrivato


L'ho cercato a lungo e finalmente è arrivato. E' bellissimo, è autografato da Parolin e ha in regalo, oltre agli schemi presenti all'interno un altro disegno. L'ho preso qui.

mercoledì 16 aprile 2008

iniziali


Questi cuori erano già confezionati (coté maison), da un lato sono di lana spigata. Ho aggiunto l'iniziale ricamata su tela di lino e poi applicata. Non mi è venuta in mente nessuna altra idea che non comportasse smontare il cuscino.

domenica 6 aprile 2008

bomboniere Xavier



Piccoli sacchetti porta confetti in tela aida con decorazioni. Semplicissimi, velocissimi...

copertina per Xavier



questa copertina è ricamata a punto croce su tela di lana Graziano. I motivi sono download gratuiti dal sito di EMS. E' doppiata in cotone fantasia.


lunedì 31 marzo 2008

calendario


inizia un nuovo mese e io sono molto indietro con i miei lavori!!

giovedì 20 marzo 2008

scambio di nastri e merletti


Questi sono i merletti che ho appena spedito. A chi non si sa... Quello écru l'ho fatto io a tombolo, uno è originale Sajou e quello blu è un pezzo che avevo in casa da chissà quanto! Perciò non ho fatto compere ma avevo già tutto in casa.

scambio nastri e merletti


Ho ricevuto i nastri dalla mia abbinata Annamaria. Sono molto belli e in tema con la primavera. Non so ancora come li userò, ma sicuramente faranno una gran figura. Scusate per la foto non rendono come nella realtà. Grazie mille!!

scambio di primavera


è arrivato il mio scambio di primavera.

Me l'ha inviato Rita, è il mio primo scambio e non credevo che fosse così emozionante aprire il pacchetto. Dentro c'è un cuscinetto con ricamo a punto croce, una cartolina fatta a mano e dei cioccolatini. Tutto bellissimo. Grazie mille soprattutto per le belle parole della cartolina. I cioccolatini sono stati apprezzati soprattutto dai miei figli che mi hanno dato il tempo solo di fare la foto prima di approfittarne. Il cuscino l'ho già sistemato alla finestra con le decorazioni di Pasqua. E' perfetto.

lunedì 17 marzo 2008

trapuntino


Finalmente ho cucito l'alfabeto postato a gennaio. il risultato è un trapuntino quadrato da sistemare sul letto o sul divano. Le stoffe sono francesi e facevano parte di un kit. Il ricamo è un insieme di schemi free presi dalla rete e modificati usando colori abbinati alle stoffe.

sabato 15 marzo 2008

scambio di primavera


Adesso che so che la mia abbinata ha ricevuto il regalo, posso postare le foto del cuore che ho fatto per lo scambio di primavera organizzato da Mary Poppins. La tela è tessuta a mano a Champorcher, lo schema del ricamo l'ho preso da una rivista specializzata francese degli anni '30. Il pizzo intorno l'ho eseguito a tombolo. La scelta del colore blu del ricamo e della tela del retro è dovuta al fatto che curiosando sul blog della mia abbinata (in incognito) ho scoperto che è un colore che ama. Spero che abbia apprezzato.

martedì 4 marzo 2008

calendario















































Alla fine dell'anno scorso ho realizzato un calendario per le partecipanti al corso di ricamo del mercoledì. ora vi mostro le prime pagine e mensilmente posterò quelle mancanti.









LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...